testa2

Mercoledì, 29 Gennaio 2014 11:22

Accesso civico

 
 
CONSULTA LE MODALITA' PER L'ESERCIZIO DEL:

 

Nota: nelle more della revisione del Regolamento per l'accesso ai documenti amministrativi dell'ARPAM, consistente nell'adeguamento alle nuove norme dettate dal d.lgs. 33/2013 e d.lgs. 97/2016, vengono in questa pagina riepilogate le modalità di esercizio degli istituti dell'accesso civico e accesso generalizzato previste dalla legge.
Restano invariate nella disciplina prevista dalla Legge n. 241/1990 e s.m.i. le modalità per l'accesso agli atti e documenti amministrativi (accesso documentale) da parte di chi "vi abbia interesse diretto, concreto e attuale per la tutela di situazioni giuridicamente rilevanti".

 

 

 

E’ il diritto di chiunque di richiedere documenti, informazioni e dati oggetto di pubblicazione obbligatoria ai sensi della normativa vigente nei casi in cui l’ente pubblico ne abbia omesso  la pubblicazione sul proprio sito web istituzionale.
Il diritto di accesso civico è disciplinato dall’art 5, comma 1, del d.lgs. n. 33/2013.

COME ESERCITARE IL DIRITTO
La richiesta è gratuita, non deve essere motivata e può essere presentata tramite posta elettronica al responsabile della trasparenza di ARPA Marche  mediante l’utilizzo del modulo appositamente predisposto.

A seguito della richiesta di accesso civico, ARPA Marche avrà trenta giorni di tempo per provvedere alla pubblicazione e rispondere al richiedente.

RESPONSABILI E INDIRIZZI
Il responsabile della trasparenza di ARPA Marche è la Dott.ssa Patrizia Ammazzalorso – Via Caduti del Lavoro 40 – 60131 ANCONA

L’indirizzo email cui inoltrare la richiesta di accesso civico è il seguente: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. (PEC)

Il titolare del potere sostitutivo di ARPA Marche è individuato nella persona del DIRETTORE GENERALE pro tempore dell'Agenzia.
L’indirizzo cui inoltrare la richiesta di accesso, in caso di ritardo o di mancata pubblicazione e/o risposta da parte del responsabile della trasparenza, è il seguente: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. (PEC) tel. 071.2132722

MODULI PER L’ESERCIZIO DEL DIRITTO
Per l’esercizio del diritto di accesso civico si possono utilizzare i seguenti moduli:

-          Modulo di richiesta accesso civico
-          Modulo di richiesta al potere sostitutivo

 

 

ACCESSO GENERALIZZATO

Con il d.lgs. 97/2016 l’accesso civico può esercitarsi anche per richiedere e ottenere dati e documenti ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione obbligatoria nella sezione “Amministrazione Trasparente” del sito web istituzionale.
Le Linee Guida dell’ANAC, approvate con la deliberazione n. 1309/2016, rinominano tale diritto come “accesso generalizzato” e forniscono indicazioni puntuali per la sua corretta attuazione.
La richiesta di accesso generalizzato può essere presentata alternativamente:

a) all'ufficio dell’ARPAM che detiene i dati, le informazioni o i documenti;
b) alla Segreteria del Dipartimento provinciale competente per territorio.

Il rilascio di dati o documenti in formato elettronico o cartaceo è gratuito, salvo il rimborso del costo effettivamente sostenuto e documentato dall'amministrazione per la riproduzione su supporti materiali.
La procedura può prevedere il preventivo coinvolgimento di eventuali controinteressati.

In caso di diniego totale o parziale o mancata risposta entro il termine di 30 giorni l’interessato può presentare una richiesta di riesame al RPCT, che decide con provvedimento motivato entro venti giorni.
La richiesta di riesame al RPCT può essere presentata anche dai controinteressati nel caso di accoglimento della richiesta di accesso civico.
Se l’accesso è negato per garantire la protezione di dati personali, il RPCT provvede sentito il Garante della privacy, che si pronuncia entro dieci giorni dalla richiesta.
L’interessato può altresì presentare ricorso al difensore civico che si pronuncia entro 30 giorni dalla presentazione.
Contro la decisione dell’Agenzia e del RPCT il richiedente può presentare ricorso al TAR ai sensi dell’art. 116 del d.lgs. 104/2010.
 

 

 

REGISTRO DEGLI ACCESSI


 

 

Osservazioni sul sito internet di ARPA Marche
Nell'ottica dell'implementazione e promozione di ascolto e raccolta feedback ARPAM ha predisposto un "modulo interattivo" finalizzato alla rilevazione del gradimento e della percezione di fruibilità e utilità dei contenuti del sito internet. E' possibile indicare inoltre suggerimenti, osservazioni e reclami per arrivare ad ottenere un prodotto sempre più rispondente ad una trasparenza riscontrabile compiutamente nell'accessibilità e nella consultazione (clicca qui per iniziare)


 

Ultima modifica il Giovedì, 30 Novembre 2017 10:45

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.