Notizie

17.04.2020 NEL SEGNO DELLA RICONVERSIONE E DELLA SOLIDARIETA'

CONTINUA LA PRODUZIONE DI LIQUIDO IGIENIZZANTE DA PARTE DI ARPAM.
GRAZIE ALLA COLLABORAZIONE DELL'AGENZIA DELLE DOGANE MONOPOLI TEMPI RAPIDI PER L'AGGIORNAMENTO DELLE AUTORIZZAZIONI.

02

Sono tanti gli aggettivi con cui è stato definito questo tempo contrassegnato dalla pandemia da COVID-19: tempo di guerra, tempo perduto, tempo sospeso, un tempo, in ogni caso, destinato a essere ricordato e a segnare le vite di tutti certamente ancora per molto a venire.

Al di là delle parole, al di là dei numeri che ogni giorno riempiono i notiziari e del dolore che ne sta alla base, c’è però un’altra definizione di questo tempo che occorre ricordare e rimarcare, ed è quella che lo indica come il tempo della riconversione e della solidarietà.

Con alcune attività forzatamente ridotte a causa del lockdown, pur nella costante assicurazione e garanzia di tutti i servizi a tutela del patrimonio ambientale, ARPA Marche, al pari di simili esempi sul territorio nazionale, ha inteso così connotare il proprio ruolo di servizio alla comunità, riconvertendo parte dell’attività dei propri laboratori in favore della produzione di liquido igienizzante da distribuire gratuitamente alla sanità regionale, alle forze dell’ordine e, quindi, ai soggetti in prima linea nella essenziale battaglia contro il virus.

E si contano già in diverse centinaia i litri del liquido prodotto da ARPAM che hanno raggiunto le sedi dell’ASUR-AA.VV. 3 e 5, dell’Azienda Ospedaliera Marche Nord di Pesaro, della Protezione Civile regionale, della Polizia di Stato della Questura di Ancona, della Polizia Stradale di Macerata, del Nucleo Carabinieri Forestali regionale, della Guardia di Finanza Comando regionale, della Capitaneria di Porto e dell’Autorità Portuale di Ancona, del Comando Regionale dei Vigili del Fuoco, delle Polizie Municipali di Ancona e Jesi, del Comune di Cingoli, particolarmente toccato dal Covid-19 e di altri, come il Corpo Forestale e l’Associazione ANTEAS di Macerata, che saranno forniti nei prossimi giorni.

 

01

03

Tutto questo è stato possibile grazie anche alla preziosa collaborazione istituzionale con l’Agenzia Dogane Monopoli che, rendendosi disponibile alla semplificazione più ampia possibile delle procedure e con eguale spirito di solidarietà, ha permesso in tempi rapidi l’aggiornamento e l’adeguamento dell’autorizzazione per la produzione di liquido igienizzante destinato specificatamente a questa emergenza.

In momenti come questo – ha detto il Direttore generale dell’ARPAM Giancarlo Marchetti ognuno deve chiedersi cosa sia possibile e giusto fare. Noi abbiamo scelto, come è nei valori fondanti della nostra Agenzia e del suo ruolo pubblico, di guardare oltre i nostri compiti abituali, di fare squadra e partecipare con questa modesta produzione, a sostegno di coloro che ogni giorno lavorano oltre ogni aspettativa davanti ai tanti bisogni che la pandemia ha fatto prepotentemente emergere”.

Marchetti ha infine espresso il personale ringraziamento, sottolineandone la preziosa collaborazione manifestata nell’interesse collettivo, al Direttore dell’Ufficio delle Dogane di Ancona, Dott. Roberto D’Arminio.  “Sono certamente comuni i valori che animano il lavoro quotidiano delle persone che ogni giorno prestano il loro lavoro all’interno di ARPAM e ADM - ha risposto D’Arminio -  e questo ci ha condotto naturalmente alla condivisione di questo importante progetto di solidarietà. In tal senso, la semplificazione delle procedure prontamente resa disponibile dall’Agenzia Dogane Monopoli per consentire l’utilizzo di alcool, componente fondamentale del liquido igienizzante, ad accisa ridotta, costituisce iniziativa di cui andiamo particolarmente orgogliosi. L’interpretazione dinamica del ruolo di ente regolatore del settore è, infatti, ciò che ha consentito di favorire un’iniziativa di grande valore morale e materiale, in un momento di enorme difficoltà come quello che tutta la collettività sta vivendo”.


  • Ultimo aggiornamento il .
  • Visite: 74

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.