Accessibility Tools

15.09.2023 PUBBLICATO IL RAPPORTO RIFIUTI URBANI MARCHE 2022

cop rifiuti 2022È stato pubblicato da ARPAM il Rapporto Rifiuti Urbani Marche 2022, elaborato annualmente dalla Sezione Regionale Catasto Rifiuti per raccogliere i dati conoscitivi sulla produzione totale e sulla raccolta differenziata della regione nell’ultimo anno concluso.

Dal report, presentato quest'anno in una veste completamente rinnovata, emerge una diminuzione (-2,36%) della produzione totale di rifiuti urbani, pari a 758.397 tonnellate nel 2022, con un dato pro capite, anch’esso in lieve diminuzione (-1,56%), di 510 kg/abitante.

La raccolta differenziata si assesta al 72,14% (-0,8% rispetto al 2021) con un valore pro capite di 368 kg/abitante, superando ampiamente - sia con il dato regionale, sia con quello puntuale per singola provincia - la soglia del 65% prevista come obbligo normativo nazionale. In totale sono oltre 547.000 le tonnellate di rifiuti differenziati; tra questi, la quota maggiore è costituita dalle frazioni dell’umido/organico (oltre 150.000 tonnellate) e della carta/cartone (104.000 tonnellate).

Scendendo più nel dettaglio, il dato sui singoli territori vede 193 comuni su 225 superare l’obiettivo del 65% di raccolta differenziata, pari ad una quota superiore al 91% della popolazione regionale.

Ancora presenti tra i rifiuti differenziati quelli da Covid-19, che però registrano, in conseguenza della fine dello stato di emergenza dichiarata nel mese di marzo, l’importante riduzione del 79%, passando dalle 1.957 tonnellate dell’anno precedente alle 412 nel 2022.

Una particolare categoria di rifiuti, infine, si riferisce a quelli prodotti in conseguenza del fenomeno alluvionale che nel mese di settembre ha colpito le vallate del fiume Metauro e del fiume Misa, con una raccolta totale di oltre 21.110 tonnellate.

Di interesse anche il capitolo dedicato alla movimentazione dei rifiuti indifferenziati dagli impianti TMB alle discariche attive in regione, per le quali vengono forniti i dati relativi alle estensioni autorizzate, alle frazioni occupate e alle capacità residue ancora disponibili.

Il testo integrale del Report è disponibile a questo link.

 


 

 

  • Ultimo aggiornamento il .
  • Visite: 1220