08.11.2022 REGIONE E ARPAM PROTAGONISTE DI QUATTRO PROGETTI FINANZIATI DAL PNRR

SALUTE, AMBIENTE, BIODIVERSITÀ E CLIMA:
REGIONE E ARPAM PROTAGONISTE DI QUATTRO PROGETTI FINANZIATI DAL PNRR

Al secondo posto nella classifica nazionale il progetto del PORTALE SALUTE-AMBIENTE TERRITORIALE coordinato direttamente da ARPA Marche.

 

Buone notizie per la regione Marche che – nell’ambito  dell’avviso pubblico per la presentazione e selezione di progetti di ricerca applicata “Salute-Ambiente-Biodiversità-Clima” pubblicato dal Ministero della Salute in attuazione del Piano Nazionale per gli Investimenti Complementari (PNC) previsto dal PNRR – vede  finanziati ben quattro progetti con protagonista ARPA Marche.

Nato con la finalità di fortificare la protezione della salute dei cittadini rispetto ai rischi e alle sfide incombenti di natura ambientale-climatica e supportare uno sviluppo sostenibile soprattutto in relazione alla transizione verde e alla trasformazione digitale, il bando ha visto premiare 13 progetti per un finanziamento totale di oltre 20 milioni di euro, di cui 5,6 milioni complessivi destinati agli interventi che, in diversa misura, coinvolgono l’ARPAM.

In particolare, ha riscosso l’ottima valutazione che lo ha collocato al secondo posto a livello nazionale nella Macro Area B, il progetto “Portale Salute Ambiente Territoriale per la Valutazione del Rischio Integrato”, presentato da Regione Marche e ARPAM e da quest’ultima direttamente coordinato, che nei 48 mesi previsti per la realizzazione si avvarrà della collaborazione di ARPAE Emilia Romagna, ARESS Puglia, SSR Lazio, ARPA Molise e ATS Milano, con il contributo scientifico dell’Istituto Superiore di Sanità.

Realtà diverse, dunque, per competenze istituzionali e tessuto socio-geografico, ma accomunate nell’impegno interdisciplinare di sviluppare dapprima una tool box per migliorare la misura e la comprensione, a livello territoriale, dei dati di esposizione ambientale in riferimento agli esiti di salute, e infine un portale che renda immediatamente e facilmente fruibili i dati per l’identificazione di scenari di rischio per la popolazione residente e le informazioni necessarie per la costruzione del Profilo di Salute di Comunità.

Al termine del progetto, che si basa su sinergie consolidate e su importanti esperienze a livello nazionale e che vede già sin dalla fase di progettazione l’importante contributo del Servizio di Epidemiologia Ambientale dell’Agenzia, il software prodotto potrà fornire uno strumento utile ed efficace a supporto delle valutazioni ambientali e sanitarie nell’ambito della gestione dei procedimenti di autorizzazioni ambientali, di situazioni di criticità e/o emergenza ambientali, delle richieste di valutazioni di impatto sanitario da parte delle autorità preposte.

INFOGRAFICA PROGETTIclicca sull'immagine per ingrandire

Al primo posto nella Macro Area A, invece, la proposta progettuale “Aria Outdoor e salute: un atlante integrato a supporto delle decisioni e della ricerca”, che questa volta vede ARPA Marche partecipare come Unità Operativa sotto il coordinamento della Regione Emilia Romagna; il progetto pone al centro la costruzione dell’atlante territoriale su qualità dell’aria ed esiti di salute, strumento a supporto della governance in grado di coordinare la generazione, elaborazione, interpretazione e fruizione dei dati disponibili per informare i processi decisionali.

Un terzo progetto, dove ARPA Marche partecipa come Unità Operativa sotto il coordinamento della Regione Lombardia, riguarda il “Monitoraggio e Abbattimento dei Rischi Sanitari da Inquinamento Indoor (Mission)” e si prefigge di attivare una rete tecnico-scientifica a livello nazionale al fine di implementare misure di miglioramento della qualità dell’aria indoor nelle scuole, con conseguente riduzione dei rischi sanitari della popolazione scolastica associati all’inquinamento chimico, fisico e biologico, nonché attuare azioni integrate per il miglioramento dell’efficienza energetica negli edifici.

L’ultimo intervento finanziato, che coinvolge ARPA Marche questa volta sotto il coordinamento della Regione Puglia, è prioritariamente rivolto alla “Sostenibilità per l’ambiente e la salute dei cittadini nelle città portuali in Italia” e riserverà uno sguardo particolare alla città di Ancona e alla sua area portuale.


 

  • Ultimo aggiornamento il .
  • Visite: 242

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.