INDICATORE AMBIENTALE: EMISSIONI IN ATMOSFERA

 scarichi idrici

 

 

 

 INDICATORE    OBIETTIVO    DPSIR    STATO ATTUALE TREND  
 
EMISSIONI IN ATMOSFERA      
  Conoscere la stima degli inquinanti emessi in atmosfera attraverso i dati dell'inventario regionale e il numero di controlli e pareri eseguiti sugli impianti emissivi    p
   ---    ---

Legenda:

DPSIR:           |  D - Determinante  |  P - Pressione  |  S - Stato  |   I - Impatto  !  R - Risposta
Stato attuale:  | stato positivo  Positivo  |  stato intermedio incerto  Intermedio o incerto  |  stato negativo  Negativo
Trend:            | trend miglioramento  In miglioramento  |  trend stabile incerto  Stabile o incerto  | 
trend peggioramento In peggioramento
Sigle utilizzate:   AIA --> Autorizzazione Integrata Ambientale  |  AUA --> Autorizzazione Unica Ambientale  | SME --> Sistema di Monitoraggio in continuo delle Emissioni

 
CARATTERISTICHE DELL'INDICATORE (METADATI)
 
Descrizione          
    
L'indicatore fornisce la quantità di alcuni inquinanti emessa in atmosfera nell’anno 2016, secondo l’inventario delle emissioni regionali; esso riporta inoltre il numero di controlli ai camini industriali eseguiti da ARPAM dall'anno 2010 al 2019. nonché il numero di pareri emessi dall’Agenzia nei vari procedimenti autorizzativi che hanno interessato la matrice "aria".
Definizioni
Per emissione si intende qualsiasi sostanza solida, liquida o gassosa introdotta nell'atmosfera che possa causare inquinamento atmosferico. Per camino industriale si intende una emissione convogliata attraverso uno o più appositi punti.
Riferimento normativo
Il Dlgs 155/2010 recepisce la direttiva europea 2008/50/CE e istituisce il quadro normativo unitario nazionale in materia di valutazione e gestione della qualità dell’aria ambiente. L’art. 22 attribuisce alle Regioni il compito di predisporre gli inventari delle emissioni regionali con adeguata risoluzione spaziale e temporale.
A livello regionale la disciplina è regolamentata dal Piano di Risanamento e Mantenimento della qualità dell’aria. Per quanto riguarda la parte dei controlli e dei pareri la normativa di riferimento è costituita dal Testo Unico ambientale, D.lgs. 152/2006, e dal DPR 59/2013.
Obiettivi normativi Ottenere la stima, il monitoraggio e il controllo delle emissioni totali annue dei principali inquinanti introdotti dall’attività antropica su tutto il territorio regionale.
Fonte dati Regione Marche - Inventario delle emissioni regionali (redatto da UNIVPM); ARPAM
Unità di misura  tonnellate/anno; numero controlli/anno; numero pareri/anno
Unità elementare di rilevazione  Comune
Livello_minimo_geografico                
 Provincia
Copertura geografica   Regione Marche
Periodicità rilevamento indicatore
 Inventario Emissioni: quinquennale; Controlli e pareri: annuale
Copertura temporale   2016; 2010-2019
Ultimo aggiornamento indicatore  28/12/2020
Prossimo aggiornamento indicatore  Novembre 2021

INVENTARIO DELLE EMISSIONI
 
L’inventario delle sorgenti emissive è un sistema informativo in grado di fornire il livello di tutte le emissioni totali annue dei principali inquinanti, introdotti nell’aria da attività antropiche e da sorgenti naturali. L’inventario si riferisce ad un’intera area quanto più possibile omogenea; a seconda dell’estensione di tale area (regione, provincia o comune) esso assume diverse risoluzioni spaziali. In accordo con la metodologia adottata a livello europeo, le emissioni vengono suddivise per i principali macro settori di attività, con la finalità primaria di verificare il perseguimento degli obiettivi di abbattimento delle emissioni che ogni singola regione, provincia, comune individua nei diversi ambiti della propria politica ambientale. L’inventario delle sorgenti emissive si pone come strumento conoscitivo di fondamentale importanza per la gestione della qualità dell’aria, in quanto permette di individuare i settori maggiormente sensibili su cui indirizzare le misure e gli interventi per la riduzione delle emissioni inquinanti che devono essere implementati per l’attuazione dei Piani di azione e dei piani o programmi per il miglioramento della qualità dell’aria. In concreto, l’inventario è una raccolta coerente ed organizzata dei valori delle emissioni divise o, più propriamente, disaggregate per:
  • attività (es. produzione di energia elettrica, trasporti, allevamenti);
  • unità territoriale (es. regione, provincia, comune);
  • periodo di tempo (es. anno, mese, giorno, ora)
  • materie prime utilizzate (es. tipo di combustibile, tipo di solvente);
  • tipo di inquinante (es. NOx, CO,);
  • tipo di emissione (es. puntuali, diffuse).
Attualmente nella Regione Marche è in vigore il ‘Piano di risanamento e mantenimento della qualità dell’aria ambiente’ approvato con la DACR n. 143 del 12.01.2010.
 
Nei grafici sono riportati i dati relativi all’anno 2016 (ultimo aggiornamento dell'inventario regionale), per la regione Marche e per provincia, presenti nel catasto regionale delle emissioni aggiornato dall’Autorità Competente (Regione). Nella regione Marche l'aggiornamento dell'Inventario ha frequenza quinquennale.
Cliccando su questo link è possibile leggere una breve descrizione degli inquinanti elencati nei grafici.
 

 


ATTIVITÀ DELL'ARPAM - CONTROLLI SULLE EMISSIONI CONVOGLIATE
 
Arpa Marche effettua controlli diretti e indiretti sulle emissioni in atmosfera, convogliate e diffuse, generate da stabilimenti in cui sono presenti impianti autorizzati in via generale, esplicita o in deroga ai sensi della parte quinta del D.Lgs. 152/06 e s.m.i., col fine di verificare sia il rispetto dei limiti previsti per le sostanze emesse che le prescrizioni indicate negli atti autorizzativi, valuta la conformità delle operazioni di autocontrollo nonché la gestione ambientale degli impianti che producono emissioni.
Si riportano i controlli alle emissioni convogliate (camini) eseguiti da ARPAM nel periodo di tempo compreso tra il 2010 e il 2019 a seguito delle richieste dell’Autorità Competente.
 

 

 
N.B. I dati relativi alle province di Ascoli Piceno e Fermo sono riportati in modo aggregato, poiché il dipartimento di Fermo è stato istituito soltanto nell’anno 2011; negli anni a seguire i controlli ai camini nel territorio di competenza sono stati eseguiti con il supporto dei dipartimenti di Ascoli Piceno e di Macerata.

ATTIVITÀ DELL'ARPAM - PARERI SULLE EMISSIONI INDUSTRIALI
 

Arpa Marche provvede a fornire il supporto tecnico alle Autorità Competenti sotto forma di pareri tecnico/scientifici nelle fasi istruttorie, autorizzative e gestionali dei procedimenti legati alle emissioni in atmosfera.
Si riporta il numero di pareri tecnico/scientifici emessi a supporto delle Autorità Competenti nel periodo di tempo compreso tra il 2010 e il 2019.

 
 
 

ATTIVITÀ DELL'ARPAM - ANDAMENTO NEL TEMPO DEI CONTROLLI E PARERI (TREND)
 

I controlli eseguiti dall'ARPAM sono subordinati alla frequenza degli atti autorizzatori, alla realizzazione di nuove installazioni e, qualora si verifichino, a situazioni emergenziali.
Il grafico mostra l'andamento dei controlli sulle emissioni industriali per provincia eseguiti dall'ARPAM nel periodo 2010-2019.

 
 
 

Il rilascio di pareri da parte dell'ARPAM avviene a seguito di richieste pervenute in Agenzia da parte delle autorità competenti sul territorio (Regione, Provincia) nell’ambito di nuove o rinnovo di autorizzazioni (AIA, AUA e autorizzazione unica per i nuovi impianti di smaltimento e di recupero dei rifiuti).
Il grafico mostra l'andamento dei pareri rilasciati sulle emissioni industriali per provincia eseguiti dall'ARPAM nel periodo 2010-2019.

 
 

 


ARGOMENTI CORRELATI

Per approfondimenti e ulteriori notizie, è possibile consultare queste ulteriori pagine del sito ARPAM:
Sistema di monitoraggio in continuo delle emissioni (S.M.E.)


 

  • Ultimo aggiornamento il .
  • Visite: 447

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.