LINEE GUIDA REGIONALI PER LA VIIAS NELLE MARCHE


Sei in: Epidemiologia Ambientale / Esperienze e Documenti / Linee guida VIIAS...
<< non cercavi questo articolo? TORNA ALL'INDICE

 cop web mammario

 
[Febbraio 2020] L’impatto sulla salute dei determinanti ambientali e la tutela della collettività dai rischi sanitari degli ambienti di vita rappresentano tematiche rilevanti in sanità pubblica. La complessità della tematica e la multidisciplinarietà delle competenze richieste hanno condotto a livello regionale all’avvio di un percorso organizzativo in campo ambientale-sanitario e alla condivisione di un approccio metodologico e operativo che si è concretizzato nella stesura di linee guida per la valutazione integrata di impatto ambientale e sanitario (VIIAS) per le procedure di valutazione integrata ambientale (VIA) e valutazione ambientale strategica (VAS).

L’implementazione delle linee guida è formalmente avvenuta all’interno della realizzazione degli obiettivi posti dal PRP 2014-2018, prorogato successivamente a tutto il 2019; in particolare è stato costituito un gruppo di lavoro multidisciplinare, a cui hanno preso parte operatori dell’ambiente (ARPAM) e della sanità regionale (ARS e Aree Vaste ASUR) con l’obiettivo di elaborare un documento metodologico di VIIAS in considerazione dei riferimenti normativi vigenti e di un’attenta disanima della letteratura scientifica di settore e di documenti tecnici disponibili.

Dal punto di vista strettamente metodologico il percorso operativo per la valutazione di impatto ambientale-sanitario è stato affrontato attraverso la proposta di attuazione di livelli progressivi di valutazione nell’ambito dello svolgimento di un approccio documentale, epidemiologico e tossicologico. L’approccio documentale è principalmente basato sulla valutazione di informazioni tratte dalla compilazione di ‘liste di controllo’ opportunamente predisposte; l’approccio epidemiologico prevede la descrizione dello stato di salute della popolazione potenzialmente impattata e la stima degli eventi attribuibili all’esposizione agli inquinanti ambientali connessi alla realizzazione del piano, programma, progetto; l’approccio tossicologico consta di approfondimenti crescenti, anche mediante l’utilizzo di tool informatici, per la valutazione del rischio sanitario potenzialmente associabile all’esposizione ai contaminanti rilasciati nell’ambiente dall’opera di progetto.

Le linee guida sono state realizzate con l’obiettivo primario di favorire l’integrazione e rafforzare la collaborazione a livello regionale tra strutture/istituzioni deputate alla prevenzione e protezione ambientale e sanitaria. La metodologia descritta nelle linee guida è stata oggetto di condivisione, nell’ambito di corsi di formazione che si sono svolti sul territorio regionale, con la Rete regionale ambiente e salute e con gli operatori del progetto EPIAMBNET nonché con il gruppo tecnico dell’ISS che ha curato la stesura delle linee guida nazionali sulla VIS. Con l’elaborato finale, inoltre, ci si è anche posti l’obiettivo di dotare gli operatori regionali che si occupano delle valutazioni tecniche nelle procedure autorizzatorie ambientali di uno strumento conoscitivo e metodologico finalizzato al supporto delle attività di valutazione integrata di impatto ambientale e sanitario (VIIAS). Tutto ciò con il fine ultimo di poter offrire risposte qualificate, tempestive ed efficaci mediante l’integrazione di molteplici competenze e discipline e il coinvolgimento di tutte le istituzioni chiamate a esprimersi in termini di valutazioni sull’ambiente e sulla salute della popolazione.

LEGGI IL DOCUMENTO COMPLETO:

tumore mammario prima

 

 

Link: "Linee guida regionali per la valutazione integrata di impatto ambientale e sanitario nelle procedure di VIA e di VAS" (pdf 1.750 kb)


 

 

 

 << TORNA ALL'INDICE

Letto 1812 volte Ultima modifica il Martedì, 25 Febbraio 2020 10:21

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.