Notizie

07.07.2020 QUALITÀ DELL'ARIA A LORETO: I RISULTATI DELLA CAMPAGNA STRAORDINARIA 2019

MONITORAGGIO DELLA QUALITÀ DELL’ARIA MEDIANTE LABORATORIO MOBILE PRESSO IL COMUNE DI LORETO
(CAMPAGNA STRAORDINARIA 2019)

La qualità dell’aria nella Regione Marche è valutata attraverso la Rete regionale di Rilevamento della Qualità dell’Aria (R.R.Q.A.) costituita attualmente da 17 centraline fisse e 2 laboratori mobili, gestite da ARPAM ai sensi della DGR n. 1600 del 27 novembre 2018, i cui dati validati vengono quotidianamente resi pubblici, attraverso appositi applicativi, sia sul sito www.arpa.marche.it che sull’App “Arpa Marche”.

L’attività dell’ARPAM non si esaurisce però nell’effettuazione del monitoraggio regionale permanente, ma viene messa a disposizione della collettività, attraverso apposite richieste formulate dagli enti competenti, anche quando particolari esigenze ne rendano opportuno l'intervento.

È Loretoquesto il caso, ad esempio, della campagna straordinaria di monitoraggio mediante laboratorio mobile per la valutazione della qualità dell'aria avviata su richiesta del Comune di Loreto formulata sulla base di segnalazioni ed esposti da questi ricevuti e condotta nell’arco di oltre 10 mesi, dal 18/02 al 31/12/2019, al fine di avere a disposizione un campione significativo di dati e di cogliere la variabilità stagionale degli inquinanti monitorati.

Il laboratorio mobile, posizionato in via Carlo Urbani, Località Bellaluce/Montorso, per la prossimità con l'area industriale e le principali infrastrutture viarie del territorio, ha analizzato con campionatori automatici, filtri e fiale apposite per ciascun composto indagato, le concentrazioni di Benzene, Monossido di Carbonio, Idrocarburi non Metanici, Ossidi di Azoto, PM10, PM2,5, Composti organici volatili (Cov), Metalli ed Idrocarburi policiclici aromatici (Ipa).

I risultati della campagna, riportati in dettaglio nel report “Monitoraggio della qualità dell’aria mediante Laboratorio mobile presso il comune di Loreto” appena pubblicato dall’ARPAM sul sito istituzionale, mostrano come tutti gli inquinanti monitorati sono risultati inferiori, ove previsti, ai valori limite normativi, mentre gli inquinanti per i quali tali valori non risultano normati presentano misure comparabili o inferiori ai dati di letteratura disponibili, come le concentrazioni medie in aria ambiente definite dall’Organizzazione Mondiale della Sanità nelle “Linee guida della qualità dell’aria per l’Europa”.

Loreto copertina

 

LEGGI IL REPORT FINALE

 

 

 

 


 

 

 

  • Ultimo aggiornamento il .
  • Visite: 156

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.