SORVEGLIANZA EPIDEMIOLOGICA: un caso di approfondimento nelle Marche


Sei in: Epidemiologia Ambientale / Esperienze e Documenti / Sorveglianza epidemiologica...
<< non cercavi questo articolo? TORNA ALL'INDICE

 webpage img

 
[febbraio 2018] La sorveglianza epidemiologica è uno strumento per identificare incrementi di eventi/rischi correlati alla salute di una popolazione e fornire tempestivamente evidenze utili per esigenze di prevenzione e controllo delle malattie, ma un maggior dettaglio dell'indagine è un importante prerequisito per ipotizzare plausibili relazioni eziologiche del fenomeno emerso.
 
Le fasi operative, dalla segnalazione dell'allarme tramite il sistema di sorveglianza epidemiologica alla formulazione di una ipotesi causale con i fattori di rischio ambientale, possono essere schematizzate in: identificazione degli eccessi dei cluster degli eventi sanitari, approfondimento del dato sanitario e sua verifica, identificazione dei fattori di rischio ambientali e, infine, formulazione dell’ipotesi causale.
Il presente lavoro, a supporto della utilità dell’avvio di un percorso metodologico di approfondimento nel caso di segnalazioni anomale da parte del sistema di sorveglianza epidemiologica, intende applicare le prime due fasi operative sopra descritte ad un caso osservato nelle Marche e relativo al cluster spaziale degli eventi di malattie infettive nei bambini marchigiani di 0-14 anni dimessi tra il 2009 e il 2013.
 
I risultati osservati indicano la necessità di un confronto multidisciplinare con gli operatori della struttura sanitaria citata nel caso in studio, anche per verificare una possibile difformità nella gestione dei pazienti tra il livello locale e il rimanente territorio regionale.
 

LEGGI IL DOCUMENTO COMPLETO:

copweb

 

 

Link: "Sorveglianza epidemiologica: dalla segnalazione all'approfondimento" (pdf 537 kb)


 

 

 

 << TORNA ALL'INDICE

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.