GEOREFERENZIAZIONE DELLE RESIDENZE: UN CASO DIDATTICO IN EPIDEMIOLOGIA AMBIENTALE


Sei in: Epidemiologia Ambientale / Esperienze e Documenti / Georeferenziazione: un caso didattico ....
<< non cercavi questo articolo? TORNA ALL'INDICE

 2014 06 GEOREF

 

[settembre 2014] Negli studi di epidemiologia ambientale, l'attribuzione delle sezioni censuarie a partire dalla geolocalizzazione dei numeri civici è particolarmente delicata, ed è sufficiente l'errore di pochi metri per ottenere risultati completamente erronei.

Il SEA/OEA, in collaborazione con il Dipartimento di Prevenzione - Servizio di Igiene e Sanità Pubblica dell’Area Vasta n. 4 di Fermo, presenta con questo lavoro un caso didattico particolarmente interessante che nasce dall’esperienza “sul campo” maturata dagli operatori dei due servizi nell’occasione dell’analisi dei dati relativi ad un piccolo comune marchigiano.

Una prima lettura, infatti, aveva evidenziato un aggregato spaziale statisticamente significativo in una data sezione censuaria, ma l’assenza di pressioni ambientali o fattori di rischio locali aveva reso difficilmente interpretabile il risultato. Da qui, la necessità di un controllo aggiuntivo sui dati, che ha effettivamente rilevato errori nel metodo di georeferenziazione di alcune residenze: l’analisi dei cluster sui nuovi dati, aggiornati dopo le opportune correzioni, non ha infatti riconfermato il risultato statisticamente significativo della prima analisi.

Il caso, a nostro avviso, si presta per importanti osservazioni sulla cautela che bisogna mettere in atto in questo tipo di rilievi, nonché ad interessanti valutazioni didattiche sulla necessità di porre la massima attenzione sulla qualità e consistenza dei dati, al fine di evitare falsi risultati soprattutto quando il campione in studio è di ridotte dimensioni.

 LEGGI IL DOCUMENTO COMPLETO:

2014 06 GEOREF COP

 

Link: “Georeferenziazione delle residenze: un caso didattico in epidemiologia ambientale” (pdf 455 kb)

 
 

 

<< TORNA ALL'INDICE

Letto 15628 volte Ultima modifica il Venerdì, 19 Settembre 2014 08:50

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.