attività IPPC/AIA

L'ARPAM, in base al comma 3 dell'art. 29 decies del D. Lgs. 152/2006, ha il compito di accertare, secondo quanto previsto e programmato nell'autorizzazione (ai sensi dell'articolo 29-sexties, comma 6 e con oneri a carico del gestore), il rispetto delle condizioni dell'AIA per gli impianti di competenza regionale, la regolarità dei controlli a carico del gestore, con particolare riferimento alla regolarità delle misure e dei dispositivi di prevenzione dell'inquinamento nonché al rispetto dei valori limite di emissione, l'ottemperanza da parte del gestore degli obblighi di comunicazione, in particolare verso l'autorità competente, dei risultati della sorveglianza delle emissioni del proprio impianto.
In relazione al procedimento istruttorio connesso al rilascio dei Decreti AIA da parte dell'Autorità Competente, ARPAM fornisce il supporto tecnico necessario in relazione all’adeguatezza del Piano di Monitoraggio e Controllo (PMC) presentato dal Gestore della singola installazione che ha richiesto il rilascio dell’AIA all’Autorità Compente.
Inoltre ARPAM supporta ISPRA nei compiti istituzionali di quest'ultima rispetto agli accertamenti relativamente agli impianti di competenza statale.
ARPAM, in qualità di ente preposto all’esecuzione dei controlli programmati, effettua differenti livelli di verifica con diverse finalità:
•    Controllo programmato: le attività previste e programmate nell’autorizzazione. Esse comprendono visite periodiche al sito e campionamenti al fine di garantire il monitoraggio delle performance ambientali delle attività autorizzate;
•    Ispezioni straordinarie: richieste dall’Autorità Competente a seguito di problemi rilevati durante l’attività di controllo programmato o in caso di rinnovo o riesame dell’autorizzazione.
•    Ispezioni su segnalazioni di problemi ambientali contingenti o disposte dell’Autorità Giudiziaria.
ARPAM, inoltre, è integrata in un sistema a rete, il Sistema Nazionale di Protezione dell'Ambiente (SNPA), che conta oggi la presenza sul territorio nazionale di ISPRA, di 21 tra le Agenzie Regionali (ARPA) e Provinciali (APPA) costituite con apposita Legge Regionale.
Tariffazione dell’attività di controllo eseguita da ARPAM
I costi dei controlli previsti dall’autorizzazione AIA sono a carico del Gestore secondo le tariffe stabilite dalla Regione Marche con DGR 1147 del 05.10.2009 fino a recepimento del DM 58 del 06.052017 con apposito atto regionale.

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.