testa2

AVVISO:
ARPA Marche comunica che sono in corso le operazioni di adeguamento della sezione AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE del sito secondo quanto disposto dal d.lgs. n. 97/2016.
Ci scusiamo pertanto sin da ora se alcuni link potranno risultare temporaneamente non funzionanti o alcune sottosezioni presentare documentazioni attualmente in fase di aggiornamento.
Visitatori e utenti che vorranno cortesemente segnalarci eventuali problematiche riscontrate nella navigazione della sezione, potranno contattarci all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. al fine di poter rapidamente risolvere eventuali malfunzionamenti.
Grazie per la collaborazione.

La disciplina della trasparenza rientra nei livelli essenziali delle prestazioni erogate dalle amministrazioni pubbliche ai sensi dell’art. 117, c. 2, lettera m) della Costituzione.
Il D.Lgs. 33/2013 “Riordino delle disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” ribadisce il nuovo e diverso concetto di trasparenza, introdotto dal D.Lgs. 150/2009, e lo definisce in termini di “accessibilità totale delle informazioni concernenti l’organizzazione e l’attività delle pubbliche amministrazioni allo scopo di favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull’utilizzo delle risorse pubbliche”.
La nozione di trasparenza si traduce quindi nel diritto del cittadino di conoscere l’operato delle pubbliche amministrazioni e nella necessità, da parte delle pubbliche amministrazioni, di perseguire risultati e garantire il “miglioramento contino” nell’uso delle risorse e nell’erogazione dei servizi al pubblico.
La trasparenza è strumentale alla promozione dell’integrità, allo sviluppo della cultura della legalità in funzione preventiva dei fenomeni corruttivi all’interno delle organizzazioni pubbliche, fornendo all’amministrazione stessa e alla collettività gli strumenti per individuare situazioni che potrebbero dare spazio a comportamenti illeciti o semplicemente di cattiva gestione.
La garanzia dell’integrità richiama, infatti, l’efficienza, l’imparzialità, l’indipendenza, la riservatezza che l’Agenzia e i suoi operatori debbono assicurare nello svolgimento delle attività istituzionali e nell’utilizzo delle risorse pubbliche.
Arpam intende garantire al cittadino una effettiva conoscenza non solo dei dati gestionali o economici od organizzativi ma anche e soprattutto delle informazioni ambientali che detiene in quanto da essa stessa prodotte o ricevute.

Altro in questa categoria: « Codici disciplinari

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.