epidemio bg

IPOTESI DI UNA METODOLOGIA PER LA VALUTAZIONE DEGLI IMPATTI SANITARI DA EVENTI AMBIENTALI


Sei in: Epidemiologia Ambientale / Esperienze e Documenti / Ipotesi di una metodologia ....
<< non cercavi questo articolo? TORNA ALL'INDICE

 2016 06 image

 
[giugno 2016 + agg.ti nov. 2016/lug. 2017] Nelle Marche la l. r. 15 gennaio 2015, n. 1. “Disciplina Regionale della valutazione di impatto ambientale - VIA”, nel modificare parzialmente la precedente disposizione regionale sulle VIA, ha previsto che l’organismo competente per le autorizzazioni ambientali richieda obbligatoriamente il contributo dell’azienda sanitaria in materia di salute pubblica.
Il fine di questo documento, che si raccorda con gli indirizzi regionali di definizione di appositi protocolli e della documentazione necessaria per la gestione intercompartimentale (ARPAM-ASUR) delle istruttorie dei procedimenti di valutazione degli impatti sulla salute, è quello di proporre ipotesi metodologiche e strumenti operativi atti a fornire un supporto alla valutazione degli impatti sanitari da interventi ambientali.
A questo scopo, sono stati applicati e testati su due casi studio reali di VIA, individuati nel panorama nazionale e internazionale, alcuni strumenti informatici (in taluni casi modificati e personalizzati al fine di rispondere più efficacemente a specifiche esigenze operative) che possono costituire un efficace ausilio nello svolgimento delle valutazioni sanitarie nell’ambito dei procedimenti autorizzatori ambientali.
Nell’ottica di una possibile integrazione del contenuto delle linee guida in materia di VIIAS già pubblicate dal SNPA, all’interno del quale questo SEA ARPAM/OEA ha provveduto alla redazione di una specifica Appendice, il presente contributo intende costituire un approfondimento operativo in progress, suscettibile di modifiche, in ragione di revisioni e aggiornamenti a seguito di proposte, approfondimenti, sperimentazioni e loro condivisione da parte degli attori istituzionali coinvolti. Una metodologia di lavoro condivisa, infatti, è essenziale al fine di effettuare valutazioni più complete e di garantirne una omogenea applicazione a livello regionale.

 

AGGIORNAMENTO LUGLIO 2017:  Dopo una prima revisione uscita lo scorso mese di Novembre, il documento è ora pubblicato nell'ultima versione (Rev. 2) del Luglio 2017.  In particolare, questa revisione tiene conto dell'approvazione e pubblicazione sulla G.U. del recentissimo d.lgs. n. 104 del 16/06/2017 "Attuazione della direttiva 2014/52/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 16 aprile 2014, che modifica la direttiva 2011/92/UE, concernente la valutazione dell'impatto ambientale di determinati progetti pubblici e privati, ai sensi degli articoli 1 e 14 della legge 9 luglio 2015, n. 114"

LEGGI IL DOCUMENTO COMPLETO:

2016 06 copertina

 

Link: "Ipotesi di metodologie e indicazioni operative per la valutazione degli impatti sanitari da interventi ambientali - rev. 2" (pdf 3.682 kb)

 

 


 

<< TORNA ALL'INDICE

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.