epidemio bg

IL REFERTO EPIDEMIOLOGICO: una ipotesi operativa


Sei in: Epidemiologia Ambientale / Esperienze e Documenti / Il referto epidemiologico...
<< non cercavi questo articolo? TORNA ALL'INDICE

 ref epid img

 

[agg.to febbraio 2019]
La XII Commissione Permanente (Affari Sociali) della Camera dei Deputati in sede referente, avendo acquisito i pareri favorevoli delle Commissioni I, II, V, VII, VIII, XI, XIV e della Commissione per le questioni regionali, ha licenziato nella seduta dello scorso 7 febbraio 2019 il testo della proposta di Legge n. 735 “Istituzione e disciplina della Rete nazionale dei registri dei tumori e dei sistemi di sorveglianza e del referto epidemiologico per il controllo sanitario della popolazione”. È stato pertanto conferito al Relatore il mandato a riferire in senso favorevole all’Assemblea; l'approvazione definitiva del provvedimento sembra quindi ormai imminente.

[febbraio 2018]
Nella XVII legislatura appena conclusa la Camera dei deputati ha approvato un disegno di legge con oggetto “Istituzione e disciplina della Rete nazionale dei registri dei tumori e dei sistemi di sorveglianza e del referto epidemiologico per il controllo sanitario della popolazione” che, passato al Senato per l’approvazione definitiva, non è tuttavia stato discusso prima dello scioglimento delle Camere.
Le finalità generali e le caratteristiche indicate nel disegno di legge, prevedevano, per la prima volta in Italia, la pubblicazione del referto epidemiologico sui siti web di determinati soggetti pubblici ed istituzionali.
Il Servizio di Epidemiologia Ambientale dell’ARPA Marche (SEA)/Osservatorio Epidemiologico Ambientale delle Marche, che ha da tempo sviluppato un atlante sulla distribuzione dei principali eventi sanitari nel territorio marchigiano, ha ritenuto utile rivedere i contenuti e la struttura della propria reportistica, offrendo in particolar modo ai sindaci dei comuni marchigiani uno strumento utile a rilevare informazioni sullo stato di salute della popolazione residente.
 
Il progetto, allo stato attuale, ha prodotto un prototipo funzionante di referto epidemiologico aperto anche all’inserimento di nuovi indicatori (es. report del registro tumori, delle malformazioni congenite, degli esiti della gravidanza, delle visite specialistiche, del consumo di farmaci, dei dati demografici, ecc.), che permetterà alle amministrazioni locali ed agli operatori sanitari di conoscere nel miglior dettaglio possibile la distribuzione dei principali eventi sanitari nel loro territorio.
 
La disponibilità di strumenti che permettono un semplice e veloce accesso alle informazioni epidemiologiche sullo stato di salute della popolazione è di vitale importanza sia per gli operatori sanitari che per gli Enti Locali responsabili a livello territoriale della sanità pubblica. Lo strumento messo a punto dal SEA, nella sua auspicabile evoluzione, sembra in grado di rispondere agli obiettivi posti nel disegno di legge sulla rete dei registri dei tumori, ed inoltre di assicurare la piena accessibilità all’informazione ambientale garantita dal d.lgs. 195/2005, cui i dati sullo stato di salute della popolazione fanno pienamente parte.

LEGGI IL DOCUMENTO COMPLETO:

ref epid cop

 

 

Link: "Il referto epidemiologico: una ipotesi operativa" (pdf 1183 kb)


 

 

 

 << TORNA ALL'INDICE

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.