testa2

Fioritura microalgale Pesaro

In data 21 Aprile 2018 è giunta al Dipartimento ARPAM di Pesaro  una segnalazione  dalla Capitaneria di Porto di Pesaro relativa alla presenza in mare di un anomala colorazione delle acque nel bacino portuale del Porto di Pesaro: 

la colorazione era bruna accompagnata da  scarsa trasparenza e presenza di schiuma bianca in sospensione,  molto simile a mucillagine.
Il fenomeno era evidente non solo all’interno del bacino portuale ma anche nelle acque di mare a nord della foce del fiume Foglia e si estendeva anche lungo la costa pesarese  fino al Fosso Seyore.
IMG 20180422 WA0003Sono stati effettuati campionamenti in punti significativi sia da personale della Capitaneria di Porto che da Tecnici ARPAM intervenuti sul posto.
L’analisi microscopica eseguita con tempestività dal Servizio laboratoristico del Dipartimento ARPAM Pesaro ha potuto evidenziare che si tratta di una fioritura microalgale plurispecifica sostenuta principalmente da Diatomee ascrivibili al genere Skeletonema  e Chaetoceros, microalghe  che ciclicamente sono presenti nelle nostre acque nel periodo tardo invernale / primaverile: lo stesso fenomeno era stato riscontrato alla fine di maggio del 2012
Visto l’imminente inizio della stagione balneare si segnala che nonostante la anomala colorazione bruno / verdastra e la perdita di trasparenza, le acque  interessate dal fenomeno non comportano impatti negativi sulla  balneabilità, in quanto non pericolose per la salute umana.

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.