testa2

Venerdì, 13 Luglio 2012 19:43

Campi di attività dei Dipartimenti ARPAM

Scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)

L’ARPAM esercita le seguenti funzioni, specificatamente previste nel regolamento ARPAM:

-         controlli periodici su acqua potabile e da potabilizzare o potabilizzata;
-          controlli periodici sulle acque minerali in studio o già riconosciute ed autorizzate dalla Regione;
-         controlli sui corsi d’acqua;
-          controlli delle acque delle piscine, della balneazione e dello stato di eutrofizzazione nel mare e dei dragaggi dei porti; classificazione delle acque ai fini della molluschicoltura;
-          controlli e vigilanza sulle acque di scarico, attraverso programmi concordati con la Provincia;
-          supporto tecnico e specialistico alla Regione ed alla Provincia per il controllo e la gestione dei rifiuti, fanghi, terreni e delle discariche;
-          analisi dei campioni di alimenti, bevande e contenitori per alimenti, in base a quanto affidato dalla Regione Marche;
-          analisi di mangimi o sostanze industriali, cosmetiche, medicinali e stupefacenti, secondo convenzioni apposite;
-          produzione di dati per il sistema informativo regionale (SIRA) attraverso la rete informatica interna dell’Agenzia che confluisce presso la struttura centrale;
-          supporto scientifico per l’educazione e l’aggiornamento ambientale e la formazione professionale;
-          controllo dell’inquinamento atmosferico di origine industriale e urbana;
-          misure e controlli sulla radioattività ambientale e sui campi elettromagnetici, sul microclima e sull’acustica e vibrazioni in ambienti di vita;
-          analisi chimiche dei materiali;
-          misure fisiche;
-          misure meteorologiche e applicazione di modelli di dispersione;
-          controlli impiantistici preventivi e periodici;
-          supporto scientifico-strumentale e consulenza tecnica ai Dipartimenti di Prevenzione delle Aree Vaste dell'ASUR;
-           istruttoria di supporto alla Regione per la valutazione di impatto ambientale;
-          indagini per la prevenzione e il controllo dei fattori di rischio (biologici, chimici, fisici e biotici);
-          svolgimento di attività relative a convenzioni con Enti pubblici o privati, stipulate dalla Direzione Generale;
-          educazione alla salvaguardia ambientale;
-          svolgimento di compiti a valenza regionale attribuiti dalla Direzione Generale;
-          partecipazione a programmi di qualità;
-          servizio di pronta disponibilità.

Letto 6285 volte Ultima modifica il Martedì, 05 Novembre 2013 15:45
admin

Official comments by

www.arpa-marche.it

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.