testa2

29.10.2019 monitoraggio marino costiero

I monitoraggi sono stati eseguiti nei giorni 09/10-10/10 dai 500 ai 3000 m da costa e hanno interessato l'intero tratto costiero marchigiano (da Gabicce alla foce del fiume Tronto).
Nel tratto settentrionale della costa marchigiana, la temperatura delle acque è risultata piuttosto uniforme (sia da costa verso il largo sia in senso latitudinale), mentre si è notato un certo gradiente a partire dalla costa maceratese, con valori più alti verso sud.
La colonna è risultata ben mescolata con assenza di un termoclino definito.
I dati acquisiti mostrano una situazione generale di buona qualità ambientale testimoniata da basse concentrazioni di clorofilla "a" e discreti valori di trasparenza.
La salinità ha ovunque mostrato valori piuttosto elevati, segno che gli apporti fluviali sono ancora ridotti. Il livello di ossigenazione delle acque è risultato nella norma su tutta la colonna d'acqua e non sono state rilevate situazioni di ipossia sul fondo.
Da segnalare la presenza sottocosta su tutto il tratto costiero regionale di sciamature di Mnemiopsis leidyi, comunemente chiamate Noci di mare. Questi ctenofori sono organismi gelatinosi e trasparenti, simili alle meduse, ma non urticanti.


VAI A MONITORAGGI MARINO COSTIERI 2019

04.10.2019 agg. monitoraggio ostreopsis

Rilevata la presenza dell'alga Ostreopsis cf. Ovata nei punti di campionamento 0Y06 "passetto ascensore" (20320 Cell/L), il valori rilevato ècollocabile nella fase di "ALLERTA", 0Y16 "pietralacroce" (7670 Cell/L) e 0Y03 "portonovo" (2560 Cell/L), 0Y07 "spiaggia urbani" (3240 Cell/L) e 0Y08 "numana alta" (280 Cell/L) i valori rilevati sono collocabili nella fase di "ROUTINE"

BROCHURE
clicca per visualizzare la pagina del monitoraggio dell'alga Ostreopsis cf. Ovata

clicca per visualizzare la brochure sull'alga realizzata da ARPA Marche

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.